Pentole!
Praticamente un mondo. Anzi, un Universo in cui talvolta è difficile destreggiarsi, anche perchè le idee si fanno più chiare man mano che si avanza nella vita, giusto?

Però da qualche parte bisogna pur iniziare: ecco allora la nostra lista delle pentole di cui proprio non si può fare a meno quando si mette su casa, ma anche quelle che sono sufficienti per avviare la cucina di una famiglia media del giorno d’oggi (per eventuali integrazioni, conferme e delucidazioni… chiedete a Mamma che meglio di lei…).

Quante pentole ti servono per cominciare sicura che non ti troverai in difficoltà?
In realtà poche, diciamo 6 quelle proprio irrinunciabili, poi amplierai a seconda delle esigenze che sorgeranno più avanti.

1) La casseruola alta, ovvero, la pentola che hai sempre visto usata per bollire l’acqua della pasta. Consigliabile in ghisa, immancabile nella cucina italiana proprio per… la pasta!

2) la classica padella: sceglietela in alluminio, leggera, potrete saltarci la pasta senza slogarvi un polso (meglio a bordi abbastanza alti).

3) Una pentola antiaderente, perchè alcuni cibi inesorabilmente tendono ad attaccarsi al fondo…. Sceglietela di buona qualità, ma non aspettatevi per questo che sia eterna (ma più salutare magari si).

4) La pentola bassa in acciaio inox. Si scalda molto velocemente e funziona meglio se ha il fondo in rame. Molto utile non dimenticarsi del relativo coperchio.

5) La casseruola in ghisa, materiale adatto a creare la parte croccante di alcuni cibi e capace di conservare a lungo il calore. prendetela con il manico, mi raccomando.

6) Più alta è la casseruola Saucier che, con le pareti leggermente inclinate, risulta ottima per preparare cibi come risotti e zuppe. Ovviamente in acciaio, con fondo in rame.

7) Se amate stufati e brasati vi consiglio di non dimenticarvi una casseruola in ghisa che, con il coperchio, è l’ideale per cotture lunghe e calde. Non è esattamente necessaria, ma molto utile di sicuro si. La trovate anche con il nome di Dutch Oven e spesso è smaltata esternamente.